CAPRINO. IL “COMPIANTO SUL CRISTO MORTO” ORA SI PUÒ VISITARE