MEDICI DI BASE. SEMPRE PIÙ CRITICA LA SITUAZIONE NEL VERONESE