A VERONA E PROVINCIA ALTRI 80 MEDICI E DENTISTI SOSPESI